FANDOM


"Ero solo un bambino quando le stelle caddero dal cielo. Ma ricordo come costruirono un cannone per distruggerle. E a sua volta, come il cannone ci portò la guerra."
-Narratore, Introduzione

Ace Combat 04: Shattered Skies  (エースコンバット04 シャッタードスカイ Ēsu Konbatto 04: Shattādo Sukai), pubblicato in Europa con il nome di Ace Combat 04: Distant Thunder, è il quarto capitolo della serie Ace Combat e il primo su Playstation 2. È stato pubblicato il 13 Settembre 2001 in Giappone, l'11 Novembre 2001 in Nord America, e l'8 Febbraio 2002 in Europa.

La campagna in singolo segue le vicende di Mobius 1, pilota leggendario che quasi da solo ha capovolto le sorti della Seconda Guerra Continentale di Usea. La narrazione avviene parallelamente grazie ad intermezzi tra le missioni, da un uomo che racconta di aver vissuto la guerra da bambino, legando la sua storia a quella di Yellow 13, capitano della Squadriglia Aquila (soprannominata "Squadrone Giallo"), indiscusso asso e rivale del protagonista.

Nonostante il passare degli anni, Ace Combat 04: Shattered Skies è ancora oggi il capitolo di maggior successo della serie, superando le 2,500,000 vendite internazionali, raggiungendo un totale di 2,640,000 nel 2008. È anche il titolo più acclamato dalla critica, ricevendo un punteggio medio dell' 86.07% su GameRankings e una media di 89 su Metacritics.

Trama

Articolo: Seconda Guerra Continentale
Ace Combat 04 si svolge durante il 2004 su Strangereal. Cinque anni prima, un asteroide di grandi dimensioni chiamato Ulysses 1994XF04, è entrato in rotta di collisione con il pianeta, e più nello specifico, avrebbe impattato il continente di Usea. Viene quindi costruito un grosso impianto con ben otto Railguns, Stonehenge, per proteggere la nazione dall'annientamento totale. Dopo la fine della crisi nata da Ulysses, a causa della caduta dei frammenti dell'asteroide distrutto, il numero delle vittime resta comunque alto.

Nel 2003, la nazione nord-occidentale di Usea, la Repubblica Federale di Erusea, converte Stonehenge in un'arma antiaerea, nonostante i tentativi dell' ISAF (Indipendent States Allied Forces) di distruggerlo. Erusea riesce a respingere ogni attacco, costringendo l'ISAF alla ritirata verso l'isola a Nord-Est di Usea, North Point, dove stabilirà il proprio Quartier Generale.

Il giocatore a questo punto, prende il controllo di Mobius 1, durante il Settembre del 2004, un anno dopo l'inizio della guerra, come uno dei pochi piloti rimasti. Mobius 1 partecipa nei mesi seguenti, a diverse operazioni fuori dalla gittata di Stonehenge, per proteggere North Point ed indebolire l'influenza di Erusea. Il piano di Erusea, era schierare la propria "Invincibile Armata", nota anche come "Flotta Aegir" per conquistare North Point, ma i comandanti dell'ISAF prevedendo una tale mossa, iniziano ad organizzare delle missioni per sabotarne lo schieramento, a cui Mobius 1 prende parte, incontrando per la prima volta lo Squadrone Giallo.

Affondata la Flotta Aegir, il morale delle truppe si risolleva, e permette all'ISAF di ideare un piano di contrattacco. Grazie al lancio di un satellite, avvenuto nelle Isole Comona dopo un massiccio scontro aereo nel quale il protagonista ha l'occasione di confrontarsi nuovamente con lo Squadrone Giallo, l'ISAF riesce a raccogliere abbastanza dati da organizzare l'Operazione Bunker Shot, e dare il via ad un offensiva totale contro Erusea. Data l'avanzata dell' ISAF, Stonehenge venne impiegato più volte contro le sue unità aeree, ma senza riuscire ad eliminare Mobius 1. Dopo la conquista della Fortezza Istas nella Linea Tango, L'ISAF ebbe finalmente l'occasione di organizzare un offensiva contro Stonehenge. Dopo aver distrutto da solo tutti e 8 i Railgun, Mobius 1 è costretto a confrontarsi nuovamente contro lo Squadrone Giallo. In questa occasione, un membro dello squadrone, Yellow 4, il membro della squadra e forse anche la persona più vicina a Yellow 13, viene abbattuta e uccisa nello scontro, dopo il quale lo squadrone si ritira. Distrutto Stonehenge, l'ISAF riconquista San Salvacion, e si muove contro Farbanti, la capitale di Erusea, dove avverrà l'ultimo scontro tra Yellow 13 e Mobius 1, con la vittoria di quest'ultimo. Nel frattempo, alcuni ufficiali radicali di Erusea, nonostante tutto preparano un ultimo contrattacco, attraverso Megalith, una struttura lanciamissili in grado di disintegrare i frammenti degli asteroidi, preparandosi a lanciare un ICBM. Mobius 1, e la nuova riorganizzata Squadriglia Mobius, iniziò l'offensiva contro Megalith, distruggendo il missile che era al suo interno, la cui esplosione distrusse l'intera struttura, ponendo finalmente fine alla guerra.

Trama parallela e punto di vista opposto sulla storia

Mentre il giocatore segue la trama dal punto di vista di Mobius 1 durante le missioni, negli intermezzi attraverso delle cutscenes (disegnate dallo Studio 4°C) viene raccontata la vicenda dal punto di vista del narratore, che nel dettaglio, ha vissuto la guerra quando era ancora un bambino, nella città di San Salvacion, che è stata conquistata all'inizio della guerra. Durante l'inizio degli scontri, mentre il ragazzo si apprestava ad uscire da casa, comincia l'invasione, e intravede combattere nel cielo i membri dello Squadrone Giallo contro altri piloti dell'ISAF, che vengono abbattuti uno dopo l'altro. Tragicamente, uno dei caccia abbattuti precipita proprio sulla casa dove viveva il narratore, uccidendone quindi la famiglia. Il narratore è quindi forzato a trasferirsi dallo zio, un tassista che risiedeva nel centro della città e che aveva perso il lavoro a causa della guerra. Durante quel periodo, il narratore guadagnava qualche soldo suonando l'armonica fuori dal bar Sky Kid. Dopo qualche tempo, lo Squadrone Giallo venne assegnato a San Salvacion, e i loro membri divennero clienti abituali del bar. Il narratore cercò di trovare la forza di confrontarsi contro 13, ma non ci riuscì mai veramente, forse per il temperamento gentile e onesto dell'uomo. Viene spiegato più volte quanto Yellow 13 vedesse Mobius 1 come un degno avversario, provando rispetto nei suoi confronti. Inoltre, il narratore prende una cotta per la figlia del proprietario dello Sky Kid, che come il padre, era in realtà un membro della Resistenza, che attraverso il bar otteneva informazioni dai nemici. Prima della seconda offensiva a Stonehenge, a cui Mobius 1 prende parte, la ragazza piazza dell'esplosivo sulla pista dello Squadrone, ferendo Yellow 4 e danneggiando un motore del suo aereo. Nonostante tutto, la donna decise di partire in missione, venendo uccisa dal protagonista. Nella sera dello stesso giorno, Yellow 13 scoprì della ragazza, e si confrontò sia con lei che con il narratore. Tuttavia, li lasciò andare entrambi, quando realizzò di essere un nemico ai loro occhi. Dopo che l'ISAF liberò San Salvacion verso la fine della guerra, lo Squadrone Giallo si ritirò tornando in Erusea, e i due ragazzi li seguirono di nascosto fino a Farbanti, dove assistettero da terra allo scontro finale tra Mobius 1 e lo Squadrone Giallo, e in particolare, con Yellow 13, i quali furono tutti abbattuti. I due, dopo lo scontro, creano una tomba improvvisata per Yellow 13.

Da adulto, il narratore ricorda quasi con nostalgia la sua permanenza con i membri dello Squadrone Giallo, e scrive una lettera indirizzata a Mobius 1, in cui spera che Yellow 13 sia morto felice, durante uno scontro alla sua altezza nei cieli di Farbanti.

Personaggi

Durante il gioco, non ci si riferisce mai a nessuno dei personaggi usando dei nomi propri. Sono sempre identificati dal loro nome in codice, o da una piccola descrizione generica.

  • Mobius 1 è il personaggio silenzioso interpretato dal giocatore, che nonostante fosse quasi sconosciuto all'inizio della guerra, verso la fine divenne una vera e propria leggenda, in particolare per la sua performance nella distruzione di Stonehenge. Il suo emblema con il nastro, divenne simbolo di vittoria dell'ISAF e di sconfitta per le forze di Erusea, e sembra che la sua fama abbia raggiunto anche i civili, visto che durante il notiziario Live nella battaglia su San Salvacion i presentatori si chiedono se sia presente. La storia di Mobius 1 continua in Operation Katina, un set di missioni di Ace Combat 5: The Unsung War. Secondo il canone ufficiale, Mobius 1 impiega un F-4E Phantom II all'inizio della guerra, e un F-22A Raptor per il resto delle sue battaglie. Nonostante ciò, per motivi di gameplay il giocatore può scegliere di impiegare l'aereo desiderato.
  • SkyEye è l'AWACS principale delle forze aeree dell'ISAF, che offre supporto logistico e radar alle unità durante le missioni. Si comporta sempre in modo professionale durante le missioni, anche se in alcuni momenti parla normalmente con i piloti, in modo particolare quando rivela che il suo compleanno è nello stesso giorno in cui cui è iniziata e poi finita la guerra.
  • Yellow 13 o 13 Giallo, era uno degli assi più famosi della FEAF (Federal Erusean Air Force) e comandante dello Squadrone Giallo (Ufficialmente nota come Squadriglia Aquila), nonostante la propria abilità, l'orgoglio di Yellow 13 non era nell'infliggere gravi danni e perdite al nemico, ma quello di non aver mai perso un compagno di squadra. Esprime disgusto per la Guerra Continentale, ma continua a combattere sapendo di potersi confrontare in volo con Mobius 1, che ritiene essere un avversario all'altezza. Si scontra infatti più volte con il protagonista, a Combert Harbor, sulle Isole Comona, su Stonehenge, su San Salvacion, e infine nei cieli di Farbanti. Come il resto della sua squadra, impiega un Su-37 Terminator, caratterizzato da una livrea mimetica e il resto della fusoliera di colore giallo.
  • Yellow 4 era la compagna d'ala di Yellow 13, ed era al suo fianco in ogni occasione. Unica donna della squadriglia, conosce 13 sin dalla giovinezza, ed è stata addestrata da lui a pilotare i caccia. La donna provava un intenso sentimento (ricambiato) per l'asso, proteggendolo sia in aria che a terra. Rimane uccisa nello scontro con Mobius 1 durante la seconda offensiva di Stonehenge, Yellow 13 piange segretamente la sua morte, conservando il suo fazzoletto profumato, e presumibilmente stringendolo a sé durante lo scontro su Farbanti, dopo il quale cadde in direzione del Narratore e della figlia del barista, i quali lo seppelliscono nella tomba improvvisata nel bosco, riferendosi ad essa come unica tomba per entrambi.
  • Il Narratore è un uomo adulto che racconta la guerra vissuta da piccolo, attraverso gli intermezzi tra le missioni. Incolpa Yellow 13 della morte dei suoi genitori, e cerca un modo per confrontarsi con lui. Ma per il temperamento gentile dell'uomo, paradossalmente trova conforto e una casa tra i membri dello squadrone. Prese una cotta per la figlia del barista dello Sky Kid.
  • La Figlia del Barista dello Sky Kid di San Salvacion, lavora assieme al padre nel bar. Come lui, è un membro della Resistenza. In qualche modo finì per innamorarsi di Yellow 13, lanciando sguardi gelosi a Yellow 4. Piazzò dell'esplosivo sulla loro pista, ferendo la donna e danneggiando un suo motore prima dello scontro con Mobius 1.

Mobius 1 è affiancato durante le sue missioni da altri piloti, tra cui Omega, Rapier, Viper e Halo. Inoltre incontra durante le sue missioni anche altri personaggi, tra cui Bravo 1, Baelz, il Comanante Supremo di Erusea, e Collins, oltre che a Kei Nagase di Ace Combat 2.

Gameplay

Come il resto dei giochi della serie, le azioni si svolgono in cielo, viste dall'abitacolo dell'aereo di Mobius 1. La campagna in giocatore singolo dura 18 missioni, che si svolgono una dopo l'altra in modo lineare. In ogni missione, il giocatore guadagna punti da spendere nell'hangar selezionabile nei menù tra le missioni, e può selezionare l'aereo desiderato per ogni missione. Diverse missioni presentano un aggiornamento, in cui si resetta il timer della missione e cambia l'obiettivo principale. Non ci sono interazioni con altri personaggi non giocabili al contrario dei capitoli seguenti della serie, e mantiene le caratteristiche del gioco arcade. Diverse missioni richiedono di raggiungere un certo punteggio prima dello scadere del tempo, ma il giocatore una volta superato il punteggio richiesto, può continuare ad attaccare i nemici fino allo scadere del timer per prendere un voto migliore. Mentre nei giochi precedenti A era il voto migliore, a partire da Ace Combat 04 il voto migliore è S, e viene stabilito esclusivamente in base all'altezza del punteggio.  

Difficoltà

Il giocatore può scegliere in totale sei livelli di difficoltà diversi, partendo da Very Easy, Easy, Normal e Hard, si sbloccano dopo aver terminato il gioco alla difficoltà più alta disponibile, Expert e Ace. Inoltre il giocatore può scegliere due stili di controllo differenti, quello normale e quello semplificato, che tuttavia impedisce la totale libertà di manovra.

Linea di Rientro

Ace Combat 04 è il primo ad inserire la Linea di Rientro, una linea tratteggiata bianca che si trova a sud dello spazio operativo di missione che permette al giocatore di rientrare alla base o alla portaerei per riarmarsi, ripristinando munizioni e concedendo la possibilità di cambiare l'arma speciale selezionata prima di partire per la missione. Inoltre in tutte le difficoltà tranne Expert ed Ace, i danni subiti dall'aereo vengono riportati a zero. Il timer di missione si blocca ogni volta che si ritorna alla base.

Multigiocatore

Ace Combat 04 permette di giocare con un amico in schermo condiviso per partite in VS.

Velivoli

Il gioco include 21 aerei giocabili, includendo il prototipo fictional dell'X-02 Wyvern come aereo bonus. I caccia si sbloccano completando determinate missioni, divenendo disponibili nell'hangar. Spendendo i crediti guadagnati in base ai nemici distrutti, è possibile comprare aerei e le relative armi speciali. Il giocatore non può scegliere gli aerei pilotati dai propri alleati. Rispetto ai titoli precedenti, il giocatore ha un armamento più vasto, composto dalla mitragliatrice di bordo, da missili multiruolo, e dalle già citate armi speciali, che sono specializzate verso determinati bersagli aerei o terrestri, e che cambiano a seconda dell'aereo. La prima viene acquistata assieme all'aereo, le altre devono essere comprate a parte. Il giocatore può inoltre scegliere per ogni aereo un totale di 3 livree diverse, ciò non influenza il gameplay e ha un fattore puramente estetico. Le varianti possono essere sbloccate soddisfacendo certe condizioni, e devono poi essere comprate a parte nell'hangar a prezzo uguale o superiore a quello dell'aereo. I tipi di livrea sono:

  • Livrea di Default: È quella che viene sbloccata assieme all'aereo, presenta gli emblemi della Squadriglia Mobius e la colorazione principale dei caccia dell'ISAF.
  • Livrea Alternativa: È la livrea alternativa a quella originale, presenta gli emblemi della Squadriglia Mobius ma una colorazione differente per i caccia dell'ISAF. Di solito si possono sbloccare completando con voto A o S determinate missioni. Il prezzo è uguale a quello dell'aereo di default.
  • Livrea dell'Asso: È la livrea utilizzata dall'asso di Erusea per l'aereo preso in considerazione. Presenta quindi gli emblemi e le sigle di Erusea, e livree più particolari rispetto alle precedenti. Per sbloccarle, occorre trovare e abbattere l'asso che pilota l'aereo considerato. Gli assi appaiono nelle missioni in determinate aree dopo aver completato per la prima volta il gioco a difficoltà normale o difficile. Il prezzo di acquisto è maggiore rispetto a quello dell'aereo di default.

Il velivolo canonicamente usato dal protagonista e che è stato utilizzato per la copertina del gioco è L'F-22A Raptor con la livrea di default, mentre il caccia-bonus introdotto nel gioco è l'X-02 Wyvern, che si sblocca ottenendo il voto massimo a tutte le missioni in difficoltà Normale.